Fotografia e Viaggi

Contattateci

segreteria@fotografiaeviaggi.com

L’attrezzatura fotografica per il reportage di viaggio

Quale attrezzatura è migliore per chi ama fotografare durante i suoi viaggi fotografici?
Ecco una descrizione della giusta attrezzatura che si può utilizzare per realizzare al meglio un reportage di viaggio.

16 Marzo 2020

Sei un appassionato della fotografia anche tu e – come me – ami fermare nei tuoi scatti le emozioni che vivi in prima persona durante i tuoi viaggi fotgrafici?

Viaggiare per il mondo a volte vuol dire essere agili, quindi occorre viaggiare con l’attrezzatura fotografica giusta, perchè anche se, per molti, il motto è “meno è meglio” non bisogna neanche cadere all’eccesso opposto perchè non avere con noi quello che ci serve significherà rinunciare ad uno scatto migliore.

Andiamo quindi a vedere di cosa si compone il corredo dell’attrezzatura fotografica per il reportage di viaggio suddividendolo in più punti:

 

Indice

Le macchine fotografiche: meglio reflex o mirrorless?

Le tipologie degli strumenti fotografici a disposizione di chi vuole partecipare ad un viaggio fotografico oggi sono molte: reflex, mirrorless, compatte e (in alcuni casi) cellulari.

Tutte valide a seconda della qualità a cui si punta, però le ultime due non le considereremo soprattutto perchè limitano troppo la libertà di chi fotografa e confinano la fotografia spesso ad una mera documentazione turistica del nostro impegno fotografico

La macchina reflex

E’ la macchina fotografica per antonomasia, un corpo macchina robusto capace di ospitare molti comodi pulsanti di configurazione e funzionamento ergonomicamente funzionali. La visualizzazione del campo inquadrato avviene direttamente, senza interfaccia, del software e del mirino digitale: è la macchina che garantisce la massima velocità operativa e ha un basso consumo della batteria.

La macchina mirrorless

E’ l’evoluzione totalmente digitale della reflex che, dal 2003 in poi, aveva incominciato la trasformazione della fotografia da analogica a digitale. Hanno la possibilità di vedere anche nell’oculare l’immagine vista dal sensore e visualizzata dal software interno tramite un LCD di altissima qualità posto nell’oculare. Ciò permette di risparmiare spazio e peso rinunciando al sistema del pentaprisma: il risparmio di peso e della dimensione è ciò che sta diffondendo sempre più l’uso di questi corpi anche se il grande impiego dell’elettronica, al momento, costringe ad una minore autonomia con un consumo di batterie a volte triplo rispetto le reflex.

Le ottiche più utilizzate: zoom o ottiche fisse?

Sostanzialmente per chi viaggia con lo scopo di realizzare un reportage delle emozioni che ha vissuto durante il suo viaggio attraverso le sue foto la domanda principale è: meglio usare zoom o ottiche fisse?

Gli zoom: comodi ma attenti alla qualità
  • Piccola premessa: per chi non lo sapesse, quando parlerò di escursione focale di uno zoom mi riferirò al rapporto tra la focale massima diviso la focale minima: es. un 70-200 ha una escursione pari a 200:70=2.85 (si abbrevia a 3x > si legge “3 per“)

Gli Zoom sono certamente le lenti più utilizzate dai fotografi che vogliono fare reportage durante i loro viaggi, ma attenzione: se usate zoom con grande escursione focale (i così detti tutto fare) cioè quelli che hanno un’escursione che va oltre i 5X allora preparatevi a pagare penio. Rinuncerete a luminosità e qualità.

In commercio ci sono addirittura zoom che hanno una escursione oltre i 16x (come i 18-300), ma l’utilizzo di queste ottiche, se pur comodo, ci permetterà di realizzare immagini che purtroppo non reggeranno facilmente il confronto con altre foto realizzate con ottiche con una escursione minore.
Ma qual’è il motivo: semplice…
Un’ottica è il frutto di una progettazione e di una realizzazione ingegneristica umana e in quanto umana ha limiti: per realizzare un’ottica con la focale che può variare occorre accettare compromessi e questi compromessi sono la qualità del nostro lavoro.

Quando risparmiate nella vostra attrezzatura quel prezzo lo pagate con la qualità delle vostre immagini.

Questo non vuol dire che gli zoom non sono ottiche valide, anzi! Bisogna però non esagerare: una buona regola è quella già espressa prima… quando scegliete uno zoom fatelo senza andare oltre il 5x

La mia esperienza mi dice che le ottiche zoom più adatte per un viaggio fotografico sono:

  • 14-24 mm
  • 16-35 mm
  • 24-70 mm
  • 24-120 mm
  • 70-200 mm

Tratterò in seguito ogni ottica su menzionata, ma anche altre, spiegando le caratteristiche e il loro miglior impiego.

Ottiche fisse: estrema qualità ma non occorre essere pigri

Il cavalletto, non serve solo a reggerci la macchina fotografica

Quando usarlo

Gli accessori: sono utili per fare foto migliori?

I filtri ottici

Lo scatto remoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *